• Stampa

 foto-gruppo-alunni-livatino.jpg

San Cataldo. Un’interessante giornata dedicata alla cultura dell’ambiente è stata vissuta dagli alunni della 3^ A dell’Istituto Professionale Agrario “Rosario Livatino”, di cui è dirigente scolastica la prof.ssa Giuseppina Terranova.

 Gli alunni, accompagnati dalla docente Maria Carmela Matraxia, hanno visitato il Centro Didattico “Le Roverelle” di Caltanissetta, prezioso avamposto di educazione e formazione ambientale dipendente dal Dipartimento regionale Azienda Foreste demaniali. Nel corso della visita, i partecipanti si sono avvalsi della preziosa guida dell’Ispettore Riccardo Lupo del Corpo Forestale e della collaborazione del prof. Clemente Favata, assistente alla comunicazione sensibile alle problematiche dell’inclusione dei soggetti diversamente abili.

Nel centro “Roverelle”, gli alunni, in un clima proficuo e di condivisione, hanno avuto occasione di riflettere sui temi relativi la tutela della natura e alla promozione della cultura ambientale e della biodiversità. La visita ha avuto lo scopo di far sviluppare negli studenti la cultura e il rispetto per l’ambiente, un impegno certamente indispensabile in un momento storico particolare che vede i giovani di tutto il mondo alla ricerca di soluzioni appropriate alla salvaguardia della natura e allo sviluppo sostenibile. I recenti movimenti giovanili internazionali sono, infatti, testimonianza di quanto sia avvertita l’esigenza di salvare l’ambiente e la sua biodiversità. Nel corso della visita, il dott. Lupo ha guidato gli alunni del Professionale agrario sancataldese in un percorso sensoriale con lo scopo di far loro riconoscere alcune piante aromatiche. Molto partecipata anche la visita dei due stagni artificiali dei quali è stato possibile ammirarne la fauna.

Al termine, gli alunni hanno preso visione di alcune diapositive sul tema della giornata dedicata all’ambiente, da tutelare e promuovere insieme, attraverso intese e alleanze, alimentate da buone pratiche, ricerche e studi, con la giusta coerenza e determinazione necessaria a garantire il capitale sociale, culturale e naturale, nell’imminenza e nel prossimo futuro.

C. Locurto